Iosonobellezza.it per accedere ai suoi contenuti bisogna iscriversi.

HomeContenuti extraUomo in mare: U-SAFE in acqua

Uomo in mare: U-SAFE in acqua

ARTICOLO IN ANTEPRIMA, PER ACCEDERE AI CONTENUTI DEL SITO IOSONOBELLEZZA BISOGNA ISCRIVERSI A PARTIRE DAL 10 DICEMBRE 2020

 

Uomo in mare: U-SAFE in acqua!

Fino ad oggi eravamo abituati a gridare: “Uomo in mare; salvagente in acqua, uomo di vedetta”.

Ma il prodigioso progresso tecnologico guidato dall’anelito creativo dell’uomo atto a migliorare costantemente la sua esistenza, ci ha regalato un dispositivo che salverà la vita a tante persone che sono in pericolo in mare e non solo.

Lo hanno definito U-SAFE (Life Saving Buoy – Salvagente Radiocomandato) ed è costituito da un galleggiante radiocomandato, di plastica rigida, a forma di ferro di cavallo, che ricorda il consueto salvagente che siamo abituati a vedere sul pulpito di poppa delle imbarcazioni.

Nella foto: il tradizionale salvagente a ferro di cavallo munito di sagola, (obbligatorio per legge in base al D.M. 385/99) che ha fatto il suo tempo e che andrà meritatamente in pensione o tenuto di riserva a bordo, perché sostituito dal salvagente tecnologico U-SAFE

 

Come funziona l’U-SAFE

La particolarità del salvagente tecnologico, che lo rende eccezionale ai fini della salvaguardia della vita in mare, è che una volta lanciato in acqua, cadendo sia su un lato che sull’altro, si attiva automaticamente e tramite le due turbine di cui è dotato, può essere pilotato facilmente grazie ad un joystick gestito dall’uomo di vedetta, per indirizzarlo con tempestività presso il malcapitato caduto in acqua: un grande aiuto perché mentre lo skipper compie la consueta manovra di recupero dell’uomo in mare, colui che lancia in acqua l’U-SAFE potrà velocizzare e favorire appunto la medesima, atta a condurre la barca in direzione dell’uomo da recuperare; insomma lo skipper non dovrà rincorrere l’uomo caduto in mare con tutte le difficoltà che la situazione implica (stato del mare, vento e corrente) come avvenuto fino ad oggi; perché con l’U-SAFE l’uomo di vedetta, avente un ruolo attivo nelle operazioni di salvataggio, nel guidare il salvagente tecnologico verso l’imbarcazione, favorirà l’avvicinamento dell’uomo ad essa, riducendo i tempi di recupero e facilitando appunto lo skipper nella manovra di “man over board” evitando ad esempio di colpirlo o di non avvicinarlo abbastanza da favorirne un tempestivo recupero.

 

Fasi di salvataggio con l’adozione di U-SAFE:

0  “Uomo in mare, U-SAFE in acqua” (grida lo skipper)

1  Lancio in acqua dell’U-SAFE da parte dell’uomo di vedetta

2  U-SAFE attivo e teleguidato col joystick dall’uomo di vedetta in direzione dell’uomo da recuperare (fase di andata di U-SAFE verso l’uomo caduto in acqua)

3  Uomo in mare raggiunto dall’U-SAFE al quale egli si aggrappa con le apposite maniglie di sostegno

4  U-SAFE teleguidato verso l’imbarcazione dall’uomo di vedetta (fase di ritorno di U-SAFE verso l’imbarcazione con l’uomo recuperato)

5  Avvicinamento all’imbarcazione di U-SAFE con l’uomo recuperato

6  Recupero a bordo dell’uomo in mare

                                                 

 

Le caratteristiche peculiari dell’U-SAFE sono:

Peso: 13,70 kg.

Dimensioni: 960 mm di lunghezza, 780 mm di larghezza, 255 mm di spessore.

Motori: due turbine basculanti ad idrogetto

Autonomia della batteria a ioni di litio: 35 minuti in funzione attiva

Tempi di ricarica: 12 ore con caricabatterie standard; 3 ore in ricarica veloce.

Distanza di utilizzo: 300 metri (a livello del mare); 500 metri (ad una altezza di 3 metri dal livello del mare) dall’uomo che lo pilota col joystick

Vento massimo: Vento Forza 4 (il test è stato effettuato dalla Guarda Costiera Italiana)

Velocità di spostamento in acqua: 8 Kts (14-15 km/h)

Capacità massima di Trasporto: 2 persone

Colori disponibili: bianco, arancione, giallo

Esso è destinato alle imbarcazioni come dispositivo da aggiungere (per adesso facoltativamente) alla normale dotazione di sicurezza già prevista per legge: si spera che al più presto, venga reso obbligatorio in Italia, in aggiunta alla normale dotazione già prevista sui natanti, le imbarcazioni, le navi da diporto e sugli altri tipi di imbarcazioni.

Risulta altresì un valido ausilio per i bagnini negli interventi di salvataggio, (lidi balneari, parchi acquatici, piscine, laghi, fiumi, ecc.) ed anche per la sicurezza nell’utilizzo delle piscine private (per i bambini e gli adulti potrà fungere anche da gioco acquatico sia in piscina che in rada, non comportando rischi nell’utilizzo ludico).

Equipaggiamenti | Viareggio, LU | Versilia Marine Service

Logo ufficiale dell’Azienda Versilia Marine Service

In Italia l’U-SAFE è offerto dall’azienda “Versilia Marine Service” che ha sede a Viareggio.

Per altre informazioni lasciamo il sito internet del Dealer ed il contatto telefonico del Responsabile alle Vendite:

http://www.versiliamarineservice.eu

Edoardo Gori    Tel. 328 – 4621192

 

Fabio Bergamo

 

Attenzione: Se i soggetti o gli autori delle immagini utilizzate in questo articolo riconoscessero una violazione di copyright potranno segnalarlo alla Redazione, che provvederà prontamente alla rimozione delle stesse…

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisment -

Most Popular

Recent Comments